martedì 25 marzo 2014

10 SPORCHE MIGLIA MALADENSI

Sabato sera vigilia della 10 miglia maladense come consuetudine contatto Valerio per gli ultimi dettagli e per sensazioni e stato di forma fisico in vista della gara. Valerio mi rivela di sentirsi in forma e così gli sparo la gufata "domani vai a podio", lui mi riattacca il telefono in faccia.
Per quanto mi riguarda mi sento abbastanza in forma e gli allenamenti specifici che ho eseguito nelle ultime settimane tra i quali guado multiplo del Temuncio al chiaro di luna, mi danno fiducia... Domani corro proprio nelle strade di casa e vorrei fare una buona prestazione per i tifosi che mi seguiranno lungo il percorso.
Domenica mattina ritrovo in Cantina Val Leogra ritiro pettorale e soliti problemi di installazione chip alla scarpa. Foto di gruppo con i compagni fulminei e veloce riscaldamento in zona retro Deroma.
Ore 9 e 30 ... 3...2....1.... Viaaa... Per oggi ho scelto di partire ad un ritmo abbastanza aggressivo già dai primi metri che spero di riuscire a mantenere fino all'arrivo... I primi km tengo a bada il respiro, supero qualche atleta e mi godo la splendida giornata e il paesaggio che ben conosco. Molto suggestivo il passaggio in corte di Pietribiasi dove fanno mostra di se mezzi agricoli marchiati New Holland, Case IH e John Deere...
Passata la corte mi superano un paio di runners che, visto il ritmo non impossibile, decido di utilizzare come lepri... Ci fiondiamo in "strada fonda" luogo dove occasionalmente mi cimento nelle ripetute in leggera pendenza, che per l'occasione si è trasformata in un fiume tanto che rischio di minarmi... Un km dopo circa si torna sull'asfalto località "Vezzaro" e si procede in direzione contrà Martinè dov'è previsto il ristoro, passaggio prima per il letamaio di Martini poi per quello di Strobe e tiro dritto al ristoro, da qui un lungo rettilineo che porta dritto a casa mia nonchè sede P&P... In prossimità di casa secca svolta a destra e tifo da stadio by mia mamma, mio papà e Tony ( Tony mi aveva confidato di aver progettato dei giochi d'acqua eseguiti mediante canna dell'acqua per rinfrescarci in caso di giornata calda e la delusione è stata tanta nell'essere incappati in una giornata di pioggia)... Da qui attravarsamento della "strada della Molina" e di nuovo in sterrato attraverso stalla "Cazzola" dove solitamente sono presenti dei temibili ochi che per l'occasione evidentemente sono stati rinchiusi, da qui inizia una cavedagna all fango che impone massima attenzione compreso salto del ruscello... Le gambe reggono ancora bene e l'azione risulta ancora fluida, non mollo niente. Dopo qualche centinaio di metri fortunatamente si torna su asfalto in direzione "Vacheta" (piccola vacca in italiano), passato il famoso centro svoltiamo in direzione Villaverla e passiamo il temibile ponte sul Temuncio che presenta pendenze abbastanza impegnative, sono ancora incollato alle lepri dei primi km ma le gambe cominciano ad indurirsi e mancano ancora 5 dannati km. Dopo un veloce tratto di asfalto torniamo su terra vengo raggiunto e superato da un trio di moschettieri Fulminei. Mancano tre km tutti asfatati fino all'arrivo ed entro in modalità sopravvivenza con occhi puntati sulla chiesetta di San Rocco che si trova abbastanza vicina all'arrivo. Una volta raggiunta sparo tutto fino all'arrivo in corte Granda e stoppo il cronometro a 1:09:09 con una media di 4 e 17 min/km.
Subito mi informo di Valerio e mi da la bellissima notizia della sua terza posizione con 00:57:25 media 3 e 34 min/km circa....
Vengo anche informato di rovinose cadute e problemi di fango negli occhi per famosi top runner ai quali auguro una pronta guarigione.
Dopo la veloce doccia e le premiazioni con intervista di Valerio per Sky Sport ci dirigiamo nel noto ristorante al Molino dove scatta un terzo tempo da paura con i compagni fulmine!!
Terzo tempo che personalmente è durato 11 ore dove ho cercato di reintegrare al meglio i liquidi persi....
Un saluto a tutti e ringraziamento speciale ai compagni fulminei per la splendida giornata passata assieme.


Particolare del km 7 il giorno precedente la gara
Valerio e Matteo prima della partenza fanno segno positivo
Valerio e Matteo si scambiano le impressioni di gara all'arrivo


Valerio viene intervistato da Sky Sport
Matteo sfoggia una strana pettinatura verso la fine del terzo tempo

3 commenti:

  1. Che fora.....piccolo consiglio: terzo più breve così può sfoggiare prima quell'orrobilepettinatura!!!!! Turone

    RispondiElimina
  2. a si na coppia..........de mati:-))))

    RispondiElimina
  3. Ringraziamento speciale ad Andrea e Turone (avanzate da bere) !!

    RispondiElimina